MAN si adopera per un futuro del settore dei trasporti efficiente e sicuro: sviluppiamo soluzioni innovative - dalla guida assistita e convogli a guida semi-automatizzata fino ai camion autonomi.

Guida automatizzata

MAN lavora alle soluzioni per i clienti di domani: platooning di camion, veicoli di protezione anticipata di cantiere a guida automatizzata e camion autonomi - MAN conduce ricerche approfondite su sistemi con i quali viaggiare in futuro in modo ancora più efficiente e più sicuro.

Programmi innovativi di automatizzazione di MAN

Il trasporto del futuro è intelligente, interconnesso in rete, automatizzato: programmi innovativi per camion pongono pietre miliari completamente nuove in fatto di efficienza e sicurezza nel trasporto di merci. I nostri progetti pilota mostrano il cammino futuro verso camion a guida autonoma: per esempio l'esercizio sperimentale della tecnologia platooning di MAN

e del veicolo MAN di protezione anticipata senza conducente. Ambedue i programmi sfruttano le più moderne tecnologie per l'interconnessione in rete e l'autoguida di veicoli per ridurre i rischi di incidenti e aumentare ulteriormente l'economicità nel traffico stradale.

Viaggiare con guida automatizzata in un convoglio di camion interconnessi contribuisce a diminuire le emissioni di CO2 e a migliorare la sicurezza nella circolazione stradale.

Platooning di MAN

Viaggiare con guida automatizzata in un convoglio di camion interconnessi fa risparmiare carburante e migliora la sicurezza nella circolazione stradale.

Il veicolo di protezione anticipata senza conducente riduce notevolmente i rischi per le squadre di operai nei cantieri autostradali mobili.

Veicolo di protezione anticipata senza conducente

Un autocarro MAN senza conducente segnala cantieri mobili su autostrade al traffico in circolazione.

Camion autonomi nel trasporto stradale: Test pratico “Hamburg TruckPilot”

Test pratico “Hamburg TruckPilot”

MAN e Hamburger Hafen und Logistik AG (HHLA) testano camion a guida automatizzata ovvero autonomi in situazioni reali.

L'innovativa tecnologia del platooning riunisce in convoglio due o più camion. Contribuisce così a ridurre le emissioni di CO2 e a migliorare la sicurezza nella circolazione stradale.

Platooning di MAN

Più sicurezza e più efficienza nel consumo di carburante

Camion in convoglio che sfruttano l'effetto scia

Insieme a partner del mondo dell'industria e della ricerca, MAN porta avanti l'ulteriore sviluppo e l'impiego nella pratica dell'innovativa tecnologia del platooning.

Che cosa si intende con platooning?

Nel platooning di camion due o più veicoli viaggiano sicuri in convoglio (platoon) a distanza ravvicinata. La marcia semiautomatizzata in colonna (platoon) contribuisce a ridurre le emissioni di CO2 e a migliorare la sicurezza nella circolazione stradale.

Nel platooning di camion due o più veicoli viaggiano sicuri in convoglio (platoon) a distanza ravvicinata.

Più sicurezza e più efficienza nel consumo del carburante

I convogli di camion connessi a livello elettronico schiudono nuove opportunità per un trasporto di merci su strada più economico e più efficiente: Viaggiare sfruttando l'effetto scia consente di risparmiare fino al dieci percento di carburante per tutto il platoon. In modo corrispondente si riducono anche le emissioni di CO2.

Allo stesso tempo si può migliorare la sicurezza nella circolazione stradale per il trasporto di merci su strada utilizzando il collegamento dei veicoli tramite il timone elettronico. I sistemi di controllo dei veicoli nella colonna reagiscono infatti alle manovre di guida del veicolo pilota in modo affidabile e molto più veloce che se eseguite da persone. Viaggiando ad una distanza di ca. 10 metri i camion permettono inoltre uno sfruttamento molto più efficiente dell'infrastruttura di trasporto.

MAN passa in testa

Per realizzare nella pratica l'idea del platooning MAN ha combinato la propria competenza negli attuali sistemi di assistenza e controllo a bordo con un'innovativa comunicazione car-to-car. I nostri veicoli sperimentali hanno così già percorso con successo migliaia di chilometri in convoglio.

Attualmente gli autisti professionisti di DB Schenker eseguono regolarmente viaggi di prova con guida semiautomatizzata nell'esercizio reale con i nostri camion. In Germania e in Europa sosteniamo inoltre la ricerca e la preparazione delle condizioni legali e organizzative per l'impiego quotidiano dei convogli così interconnessi nella circolazione stradale. L’implementazione del platooning in Europa sembra essere tecnicamente possibile entro il 2020.

Tecnologia - Così funziona il platooning

Il platooning è un sistema tecnico che riunisce più veicoli in un convoglio. Si basa sui sistemi tecnici attuali di assistenza e di controllo insieme a una comunicazione car-to-car. Tramite un collegamento radio sicuro i comandi di controllo giungono ai veicoli seguenti e i loro dati vengo ritrasmessi al veicolo pilota.

Il sistema di platooning crea la connessione car-to-car a partire da una velocità di circa 60 km/h tra i veicoli che viaggiano su autostrada. La formazione del platoon avviene poi in modo automatico. La distanza fra le singole combinazioni di autoarticolati accoppiati è di 10 metri che corrisponde a quella percorsa in circa mezzo secondo. Il camion pilota definisce tramite il timone elettronico la direzione di marcia, la velocità e le manovre di frenata per l'intera colonna.

Se un altro utente della strada si inserisce nel convoglio interviene immediatamente una routine di sicurezza: il platoon viene sciolto automaticamente dal sistema e i conducenti vengono avvertiti. Non appena il veicolo estraneo non si trova più nello spazio tra i camion, il platoon si ricompone. In modo altrettanto facile anche i conducenti stessi possono sciogliere la colonna interconnessa in qualsiasi momento quando la situazione del traffico lo richiede.

Progetti di platooning con DB Schenker e l'Università di scienze applicate Fresenius

DB Schenker, MAN e l'Università di scienze applicate Fresenius danno il via a un programma di cooperazione per la sperimentazione del platooning nell'esercizio reale. Con viaggi tra Monaco di Baviera e Norimberga sull'autostrada A9 come campo per prove digitali i partner verificano l'impiego pratico del platooning nella logistica di trasporto. L'attenzione della ricerca è dedicata soprattutto anche ai cambiamenti e ai vantaggi per il lavoro quotidiano dei conducenti.

Nel quadro di un programma di cooperazione tra DB Schenker, MAN e l'Università di scienze applicate Fresenius viene testato l'impiego della tecnologia di platooning in condizioni di lavoro quotidiano.

Descrizione del progetto

  • Progetto con supervisione scientifica per lo sviluppo di colonne di camion interconnesse a livello digitale
  • DB Schenker (logistica), MAN (tecnologia) e L'Università di scienze applicate Fresenius (ricerca) sono i partner del progetto
  • Progetto finanziato dagli organi federali con circa 2 milioni di Euro
  • Durata: 20 mesi (da giugno 2017 a gennaio 2019)

I veicoli

  • Veicoli di serie di tipo MAN TGX per il trasporto di merci in piccole partite
  • Telai con sistema per casse mobili
  • Rimorchi ad assi tandem
  • Peso totale della motrice a tre assi di 26 tonnellate
  • Peso totale progettato dell'autoarticolato di 40 tonnellate
  • Lunghezza totale dei due autotreni di 18,75 metri per i due articolati (prescritta per legge)
  • Casse mobili (2 per articolato) lunghe 7,82 metri, struttura modulare con superficie liscia e spigoli arrotondati

Vai al MAN TGX

Un veicolo MAN di protezione anticipata senza conducente segnala cantieri mobili sulla corsia di emergenza di autostrade al traffico in circolazione.

Veicolo di protezione anticipata

Un autocarro MAN senza conducente può proteggere i cantieri sulle autostrade

Veicolo autonomo interconnesso come protezione anticipata

In corrispondenza di cantiere mobili sulle autostrade si verificano molto spesso gravi tamponamenti nonostante dispositivi di avvertimento ben visibili. Un veicolo autonomo di protezione anticipata è in grado di ridurre notevolmente in futuro i rischi per i membri del team impegnato nei lavori

Il veicolo autonomo di protezione anticipata è continuamente collegato a livello digitale con il veicolo di lavoro che sta seguendo.

L'autocarro MAN segue in modo completamente autonomo la squadra di operai percorrendo la corsia di soccorso dell'autostrada. Nel quadro del progetto di ricerca "aFAS" di MAN e di altri sette partner del mondo dell'industria, della ricerca e degli enti statali viene sviluppato e sperimentato un veicolo di protezione anticipata che sia in grado assolvere a tale compito senza conducente.

I partner del progetto hanno scelto come prototipo un autocarro MAN equipaggiato con numerosi sensori, software di controllo e sistemi di sicurezza. Il sistemi di telecamere e radar eseguono una scansione continua dell'ambiente circostante. L'autocarro autonomo rimane inoltre in continuo collegamento dati con il veicolo di lavoro che sta seguendo. I suoi sistemi sono quindi sempre informati in tempo reale su ogni processo di accelerazione e di frenata e su ogni manovra di sterzo del veicolo pilota.

Per questa soluzione di sicurezza altamente innovativa l'azienda MAN Truck & Bus è stata premiata con il Truck Innovation Award, consegnato per la prima volta dalla giuria dell’International Truck of the Year in occasione della fiera IAA Nutzfahrzeuge 2018.

Leggete al riguardo anche i nostri comunicati stampa sul progetto aFAS e sul Truck Innovation Award:
Vai al comunicato stampa di MAN “Veicolo di protezione anticipata senza conducente per cantieri autostradali”
Vai al comunicato stampa di MAN “MAN aFAS riceve il primo Truck Innovation Award”

Camion MAN autonomo nel test pratico “Hamburg TruckPilot” nel Container Terminal Altenwerder (CTA) di HHLA

Camion a guida automatizzata e autonomi in una situazione di impiego specifica del cliente nel terminal container di Amburgo

Progetto di ricerca per lo sviluppo di soluzioni di automatizzazione nel trasporto stradale

Analizzare e validare in modo realistico le esigenze esatte per l’impiego da parte di clienti specifici e l’integrazione di camion autonomi nel processo completamente automatizzato della movimentazione di container – questi sono gli obiettivi della collaborazione tra MAN e Hamburger Hafen und Logistik AG nel quadro del test pratico “Hamburg TruckPilot”. In questo modo si ottengono informazioni importanti utilizzate poi per l’ulteriore di sviluppo della tecnologia di automatizzazione fino a ottenere un sistema adatto ai clienti.

Camion MAN autonomo nel test pratico “Hamburg TruckPilot” nel Container Terminal Altenwerder (CTA) di HHLA

Collaborazione di progetto d'avanguardia tra MAN e Hamburger Hafen und Logistik AG

Il test pratico “Hamburg TruckPilot” in programma fino al 2021 segna per MAN Truck & Bus e Hamburger Hafen und Logistik AG (HHLA) l'avvio di un progetto di ricerca e sperimentazione altamente innovativo per lo sviluppo di soluzioni di automatizzazione nel trasporto stradale. Nel prossimi anni si prevede di testare camion con guida autonoma in situazioni reali. La prova pratica è programmata nel Container Terminal Altenwerder (CTA) di HHLA e su un tratto di circa 70 chilometri dell’autostrada federale tedesca A7.

Nel quadro del progetto sono previsti inizialmente due camion prototipi dotati dei relativi sistemi elettronici di automatizzazione. Questi veicoli dovrebbe essere in grado di arrivare in modo completamente automatizzato viaggiando sull’A7 e poi di eseguire autonomamente le operazioni di carico e scarico all’interno del terminal container di Altenwerder.

Se il caricamento avviene in modo autonomo il conducente può lasciare il veicolo e impiegare il tempo in altro modo. Altri potenziali vantaggi risiedono nell’aumento dell’efficienza tramite la guida previdente e automatizzata. che riduce in modo significativo il consumo di carburante e può condizionare positivamente il flusso del traffico migliorando inoltre la sicurezza.

Per motivi di sicurezza continuerà ad essere presente nel veicolo un conducente con formazione specifica per monitorare i sistemi di automatizzazione. e intervenire in caso di necessità assumendosi la conduzione del veicolo.

Leggete al riguardo anche il nostro comunicato stampa sul progetto “Hamburg TruckPilot”:
Vai al comunicato stampa di MAN


Disponibili già oggi: sistemi di assistenza per una maggiore sicurezza

I nostri sistemi di assistenza innovativi vi offrono un aiuto affidabile durante la guida: vi aiutano a gestire meglio situazioni critiche nella circolazione stradale ed evitare il rischio di incidenti - sia con poco traffico che in situazioni di Stop-and-Go e di frenate di emergenza.

Il sistema di assistenza alla frenata di emergenza MAN EBA riduce al minimo il rischio di tamponamenti con una netta diminuzione del pericolo di incidenti nella circolazione stradale.

Sistema di assistenza alla frenata di emergenza

La nuova generazione del sistema di assistenza alla frenata di emergenza EBA (Emergency Brake Assist) riduce notevolmente il pericolo di incidenti nella circolazione stradale grazie alla funzione di frenata di emergenza automatizzata.

Il Tempomat ACC Stop & Go regola automaticamente la velocità del camion e la distanza dai veicoli che precedono.

Tempomat con regolazione automatica della distanza

Viaggiate sicuri - anche nel caso di traffico intenso o code: MAN ACC Stop & Go* (Adaptive Cruise Control) gestisce automaticamente la velocità del vostro camion e garantisce in modo affidabile una distanza sufficiente dai veicoli che precedono.

Il MAN Lane Guard System è un sistema affidabile che avverte in caso di abbandono involontario della corsia contribuendo così ad aumentare la sicurezza.

Sistema di controllo della corsia di marcia

Con MAN Lane Guard System (LGS) si evitano le situazioni critiche - in particolare sulle lunghe distanze e nei tragitti notturni: il sistema intelligente di controllo della corsia di marcia verifica costantemente per voi che venga mantenuta correttamente.

*Disponibile per i modelli TGS e TGX con motore D26.


Comunicati stampa sull’automatizzazione

Camion MAN autonomo nel test pratico “Hamburg TruckPilot” nel Container Terminal Altenwerder (CTA) di HHLA

Sperimentazione pratica nel terminal per container di Amburgo

MAN Truck & Bus e Hamburger Hafen und Logistik AG (HHLA) testano camion a guida automatizzata e autonomi in situazioni reali. La prova viene svolta nel Container Terminal Altenwerder (CTA) di HHLA e su un tratto di circa 70 chilometri dell’autostrada federale tedesca A7.

MAN aFAS riceve il premio Truck Innovation Award 2018

MAN aFAS riceve il premio Truck Innovation Award all’IAA Nutzfahrzeuge 2018

Grazie al veicolo di protezione anticipata senza conducente per cantieri autostradali – in breve aFAS – un autocarro di sicurezza di livello 4 a guida automatizzata, MAN Truck & Bus ha ricevuto il premio Truck Innovation Award consegnato per la prima volta.

Veicolo di protezione anticipata senza conducente per cantieri autostradali

Monaco di Baviera/Bergisch Gladbach, 28 ottobre 2016: Talvolta gli operai addetti alla manutenzione e ai lavori di costruzione delle autostrade sono esposti a notevoli rischi.

Platooning nel settore della logistica: MAN consegna veicoli pilota a DB Schenker

Un progetto di ricerca di DB Schenker, MAN Truck & Bus e dell’Università di scienze applicate Fresenius testa l’attività quotidiana di camion interconnessi in convoglio nel settore della logistica

Circa 2 milioni di euro di finanziamento per lo sviluppo di colonne di camion interconnesse a livello digitale

Il Ministero federale tedesco per i trasporti e le infrastrutture digitali (BMVI) contribuisce al finanziamento del progetto di platooning di DB Schenker, MAN e dell’Università di scienze applicate Fresenius // I primi viaggi sperimentali nella primavera 2018

MAN eTGM

Vivere già oggi il futuro – con un automezzo MAN

Da inventore del motore diesel a precursore del mondo dei trasporti di domani. Con idee visionarie e progetti futuristici MAN continua in modo affidabile la sua tradizione di promotore di innovazione: direttamente verso il futuro.

Vai al sito web

Avete altre domande?