Truck 

L'autobus europeo per il futuro: MAN avvia il progetto EBSF con i propri partner a Budapest.

L'innovativo autobus snodato MAN Lion's City GL inizierà la fase di sperimentazione nell'ambito del progetto di ricerca europeo "European Bus System of the Future" (EBSF) nella capitale ungherese Budapest.

Nell'ambito del progetto di ricerca europeo "European Bus System of the Future" (EBSF), MAN Truck & Bus ha consegnato alle aziende di trasporti di Budapest un autobus urbano Lion's City GL. Il veicolo dimostrativo per il progetto EBSF, un autobus snodato MAN con un allestimento interno innovativo a misura di passeggero, sarà sottoposto a un test di funzionamento della durata di alcuni mesi nella capitale ungherese. L'obiettivo è acquisire ulteriori conoscenze per realizzare in futuri autobus urbani più efficienti, ecologici e accattivanti. Il MAN Lion's City GL circolerà per vari mesi su una linea urbana molto frequentata. A tale proposito, l'autobus snodato MAN da 18,75 metri di lunghezza è stato concepito per garantire un flusso di salita e discesa rapido e, di conseguenza, durate delle soste ridotte, persino con un alto numero di passeggeri. Pertanto, il Lion's City GL è stato dotato per la prima volta di cinque ampie porte d'ingresso e l'interno del veicolo è stato ottimizzato per ospitare un elevato flusso di passeggeri. Nella carrozza anteriore è stata quindi studiata una disposizione versatile dei sedili.

Particolare attenzione è stata prestata alle esigenze delle persone con disabilità o a mobilità ridotta, agli anziani e a donne e bambini. Grazie all'implementazione di altre caratteristiche di allestimento, sono state ad esempio ulteriormente ottimizzate le informazioni per i passeggeri ed è stato innalzato il livello di comfort e sicurezza per gli occupanti. La città di Budapest offre le condizioni migliori per la sperimentazione pratica delle nuove tecnologie del trasporto pubblico urbano. Partner di MAN e di Budapest Transport Closely Held Corporation Ltd (BKV) è l'azienda ungherese Vultron, responsabile della tecnologia delle informazioni alle fermate e dentro l'autobus.

Progetto di ricerca europeo EBSF

L’ European Bus System of the Future (EBSF) è il più grande progetto per trasporto urbano mai realizzato finora dalla Commissione Europea con l'obiettivo di concepire e sviluppare un sistema di autobus innovativo di alta qualità, e pertanto molto interessante, per il trasporto pubblico urbano. MAN Truck & Bus, costruttore leader a livello europeo di autobus urbani, ritiene particolarmente importante assumere un ruolo significativo nell'ottimizzazione dei sistemi per il trasporto pubblico urbano per il futuro.

Il progetto EBSF, sotto la guida dell'UITP (Associazione Internazionale del Trasporto pubblico), si divide in diversi sottoprogetti, i quali prevedono vari approcci e opzioni di sviluppo applicati alle condizioni d'impiego reali in sette città europee. Tra questi rientrano le ottimizzazioni della postazione di guida, l'implementazione di nuovi sistemi di gestione del traffico e di informazione dei passeggeri, l'aumento della capacità di trasporto e del flusso di passeggeri, e la salvaguardia dell'ambiente e delle risorse energetiche. MAN Truck & Bus si impegna nei sottoprogetti che mettono in primo piano l'aumento del flusso con volumi elevati di passeggeri e il miglioramento delle loro esigenze di trasporto.

Il MAN Lion's City GL nel progetto EBSF

La base per il veicolo dimostrativo EBSF è un autobus snodato MAN Lion's City GL da 18,75 metri di lunghezza. Per il progetto di ricerca, l'autobus è stato equipaggiato con un totale di cinque porte scorrevoli a doppia anta con apertura interna, completamente in vetro, da 1,25 metri di larghezza ciascuna. Generalmente i veicoli snodati vengono provvisti di tre o quattro accessi. Nell'autobus per l'EBSF viene sperimentata una nuova generazione di porte dotata di un attuatore elettrico ottimizzato collocato nella parte superiore della colonna rotativa. Questa soluzione consente di risparmiare spazio in fase di montaggio, evitare di utilizzare una meccanica complessa, ridurre il peso e gli interventi di manutenzione. La diminuzione dei tempi di sosta alle fermate si ottiene grazie alla rapidità di apertura e chiusura di questo modello di porta.

Il vano passeggeri dell'autobus EBSF è stato disegnato per ottimizzare il flusso dei passeggeri, la versatilità e il comfort degli occupanti. Alla base di questo studio vi sono indagini scientifiche sotto forma di simulazioni, effettuate per il progetto dal "Centro de Estudios e Investigaciones Técnicas de Gipuzkoa" (Centro di studi e ricerche tecniche di Gipuzkoa) in Spagna e dal "Fraunhofer Institut für Verkehrs- und Infrastruktursysteme" (Istituto Fraunhofer per i sistemi delle infrastrutture e del traffico) in Germania. L'autobus EBSF dispone di 39 posti a sedere e max. 118 posti in piedi, ovvero dodici posti in più rispetto ad un MAN Lion's City GL con equipaggiamento tradizionale. Per poter adattare in modo flessibile le capacità al numero di passeggeri presente di volta in volta, nella carrozza anteriore sono stati installati sette sedili ribaltabili, che il conducente può sbloccare o bloccare a seconda del numero di occupanti premendo un tasto sul cruscotto. In questo modo l'autobus può offrire un ampio spazio in piedi per una più fluida movimentazione dei passeggeri alle fermate. Un segnale ottico sul sedile indica al passeggero se il sedile è utilizzabile o bloccato. La sezione motrice è provvista di sedili tradizionali con quattro posti per fila.

Nell'area anteriore del veicolo è previsto uno spazio per carrozzine o disabili davanti alle porte centrali. Gli schienali imbottiti offrono un comodo posto in piedi per gli accompagnatori. Per facilitare l'accesso a quest'area, il conducente può azionare il ribaltamento meccanico di una rampa in corrispondenza di queste porte, in modo da compensare la differenza di altezza e chiudere la fessura tra l'autobus e la fermata. Inoltre, il MAN Lion's City GL dispone della funzione di "kneeling", che abbassa pneumaticamente il lato destro del veicolo e consente di ridurre l'altezza di accesso da 32 a 24 centimetri, al fine di semplificare notevolmente l'ingresso alle persone con disabilità motorie.

Un sistema di conteggio delle persone in 3D perfezionato registra il flusso dei passeggeri alle porte, distinguendo tra bambini e adulti. Questi dati forniscono un contributo molto importante per la sperimentazione dell'autobus nell'ambito del progetto EBSF.

Informazioni ottimali per i passeggeri

Sulla parte frontale della carrozza anteriore e sulla parete posteriore della sezione motrice dell'autobus sono presenti pannelli indicatori LED chiaramente visibili larghi quanto il veicolo, utilizzati per fornire informazioni ai passeggeri, ad esempio sulla fermata successiva. Sui due grandi monitor TFT da 17" in formato widescreen, installati al centro dell'autobus vicino allo snodo, i passeggeri possono leggere ulteriori informazioni e offerte di intrattenimento.

Dotazioni di sicurezza complete

Una serie di dotazioni dell'autobus EBSF contribuisce ad aumentare la sicurezza dei passeggeri. Una fitta rete di barre di sostegno verniciate in un colore verde ben visibile assicura che ogni passeggero possa trovare un appiglio sicuro a portata di mano nei pressi del proprio sedile, durante lo spostamento verso un posto a sedere libero o verso le uscite. Le fotocellule montate verticalmente sulle porte scorrevoli ad anta con apertura interna rilevano la presenza di persone o oggetti nell'area di apertura o chiusura delle ante della porta ed evitano così pericoli o incastri. Inoltre, un impianto video trasmette le immagini riprese nell'abitacolo e in particolare nelle aree delle porte su due monitor da 6,5" situati sopra il posto di guida.

Un ruolo importante nell'ottimizzazione del flusso di passeggeri all'interno dell'autobus è svolto dal soffietto traslucido dello snodo, che crea un'atmosfera luminosa e piacevole nell'autobus. L'area di passaggio particolarmente buia dei tradizionali autobus snodati viene radicalmente trasformata dalla presenza della luce naturale. In questo modo si permette una distribuzione più uniforme dei passeggeri all'interno dell'abitacolo dell'autobus. Una grande parete divisoria in vetro, invece, racchiude la postazione di guida separandola dall'abitacolo.

La postazione di guida è separata dall'abitacolo da una grande parete divisoria in vetro, che ha come obiettivo primario la protezione del conducente, un argomento che riveste un'importanza sempre maggiore.

Nel vano motore è installato un impianto antincendio che, in presenza di fiamme, invia un messaggio di avvertenza al conducente e inizia immediatamente l'estinzione dell'incendio.

Sistema di trazione economico

La trazione del Lion's City GL è garantita da un ecologico motore diesel a sei cilindri da 320 CV (235 kW) di potenza. Il motore orizzontale Common Rail della collaudata gamma D20 è caratterizzato da una cilindrata di 10,5 litri e soddisfa i requisiti antinquinamento dettati dall'EEV (Enhanced Environmentally Friendly Vehicle), lo standard attualmente più restrittivo. L'autobus è equipaggiato con un filtro antiparticolato con controllo elettronico CRTec® (Continuously Regenerating Trap). Con questo sistema MAN fornisce un contributo costante alla riduzione delle polveri sottili in città.

Il motore è accoppiato al cambio automatico Voith DIWA a quattro marce, il cui software topografico per la gestione ottimale dei cambi marcia SensoTop consente di ridurre i consumi del 3% circa. Il sistema, infatti, riconosce le salite e le discese e adegua di conseguenza i punti di innesto di continuo. Il programma di innesto marce evita i passaggi continui, che risultano poco confortevoli per i passeggeri, tramite l'analisi della pendenza della strada e dell'accelerazione del veicolo. Nell'autobus per il progetto EBSF è presente, inoltre, un nuovo compressore del climatizzatore ancora più efficiente, che presenta un peso inferiore ai modelli installati finora sui veicoli, mantenendo però lo stesso livello di potenza. Questo risparmio di peso va di nuovo a vantaggio del carico utile.

La sperimentazione a Budapest

La sperimentazione nell'arco di più mesi del veicolo dimostrativo di MAN si svolge sulla linea urbana numero 86 di Budapest che si snoda per un tragitto di 11 chilometri. Il percorso di linea e l'elevato numero di passeggeri costituiscono i presupposti migliori per testare nella pratica questo sistema futuristico. Sulla linea sono presenti 46 fermate e questo trasporto rappresenta il collegamento con i due più importanti percorsi tramviari e con una linea della metropolitana. Quasi 26.000 passeggeri utilizzano la linea 86 in entrambe le direzioni in ogni giorno feriale. La velocità media della flotta di veicoli attualmente in uso è di 20 km/h, come dichiarato dalla BKV, che nei periodi di traffico più intenso può scendere a 15 km/h. Pertanto, un flusso di passeggeri più rapido e tempi di sosta inferiori alle fermate sono un contributo essenziale per la riduzione dei tempi di percorrenza dei tragitti. Con tempi di trasporto inferiori aumenta il numero di corse giornaliere e si ottimizza quindi l'offerta per gli utenti.

Dati tecnici dell'autobus EBSF di MAN

Modello MAN Lion's City GL
Lunghezza 18.750 mm
Larghezza 2.500 mm
Altezza 2.880 mm
Diametro di volta 24.428 mm
Passo 5.875 mm carrozza anteriore
6.770 mm sezione motrice
Altezza pavimento 370 mm tra le porte 1 e 5
425 mm nello snodo
Altezza di accesso 320 mm
Motore MAN D20 Common Rail con tecnologia MAN PURE DIESEL® con ricircolo dei gas di scarico variabile, sovralimentazione biturbo con raffreddamento intermedio e filtro antiparticolato con controllo elettronico CRTec®.
Montaggio Posteriore a sinistra, orizzontale
Cilindrata 10.518 cm³
Potenza 253 kW / 320 CV a 1.900 giri/min
Coppia motrice massima 1.600 Nm tra 1000 e 1400 giri/min
Cambio


Asse motore

Sospensioni
Cambio automatico a 4 marce Voith D 864.5 con software di gestione marce SensoTop e Retarder integrato

Asse a portale ZF MAN con scatola del ponte spostata verso sinistra

Sospensione pneumatica con 2 soffietti all'asse anteriore e 4 soffietti all'asse centrale e all'asse posteriore
funzione di kneeling con abbassamento di 80 mm
Pneumatici 275/70 R 22,5
Riscaldamento 5 riscaldatori a ventola sotto i sedili con una potenza calorifica di 4,9 kW
1 aerotermo fiancata con una potenza calorifica di 7,5 kW
Serbatoio del carburante 350 l gasolio
Capacità 39 sedili + 1 conducente
7 sedili ribaltabili
max. 118 posti in piedi